Recensione di Shelly 2.5: tutto ciò che devi sapere – sul nostro sito potrai trovare i migliori prodotti di elettronica a prezzi vantaggiosi

✅ Scegli la consegna gratis per risparmiare di più

Recensione di Shelly 2.5: tutto ciò che devi sapere

Prima di acquistare i nostri prodotti si consiglia di leggere la scheda prodotto in caso di dubbi non esitare a contattarci saremo ben lieti di aiutarti nella scelta del prodotto più adatto alle tue esigenze.

Contattaci su Facebook : QUI 

GARANZIA DI QUALITÀ scegli la sicurezza, il risparmio e la professionalità, scegli noi, offriamo un servizio di assistenza di primo livello che non ti lascerà mai solo durante tutta la fase pre e post acquisto, offriamo prodotti di prima qualità, risparmia in modo intelligente e sicuro, non ti affidare a venditori improvvisati

 Di recente abbiamo testato il nuovo modulo a doppio relè Shelly 2.5 e i risultati sono davvero impressionanti. È facilmente il dispositivo più versatile che abbiamo testato di recente e particolarmente adatto agli armeggiatori grazie alla sua capacità di scambiare firmware e connettersi a sistemi domotici Open Source utilizzando MQTT fuori dagli schemi.

Questa sarà una revisione molto approfondita, quindi dai un’occhiata agli argomenti che verranno trattati nel caso in cui ti trovi in ​​difficoltà e vuoi andare dritto al punto.

  1. Cos’è Shelly 2.5?
  2. Shelly 2.5: pro e contro
  3. Interfacciamento con Shelly 2.5
  4. Specifiche tecniche
  5. App mobile Shelly 2.5: Introduzione alle impostazioni.
  6. Interfaccia web vs app mobile
  7. Shelly 2.5: Conclusione

 

Cos’è The Shelly 2.5?

Lo Shelly 2.5 è un dispositivo wifi che può essere utilizzato per controllare i circuiti elettrici con i suoi due relè interni. Può essere utilizzato come relè a due canali con uscite controllate individualmente o come controller per tapparelle.

Entrambi i relè hanno anche capacità di misurazione della potenza. Ha due ingressi per interruttori / pulsanti locali in modo da poterlo utilizzare anche senza l’app installando interruttori o pulsanti ai suoi ingressi.

È molto piccolo ( 39 x 36 x 17 mm ) quindi può essere installato in una scatola dietro il tuo interruttore a parete e puoi collegare l’interruttore / pulsante esistente ad esso. Questo è fantastico, perché ti consente di trasformare praticamente qualsiasi interruttore vecchio stile in uno intelligente che può essere azionato a distanza o manualmente.

Shelly 2.5: pro e contro

Shelly 2.5: Pro

  • Dispositivo estremamente versatile in grado di trasformare praticamente qualsiasi dispositivo in uno smart.
  • Può misurare il consumo di energia ed eseguire diverse azioni basate su di esso.
  • Misure di sicurezza eccezionali per prevenire gli incendi elettrici.
  • Infinite integrazioni di terze parti.
  • Costantemente aggiornato con nuove funzionalità.
  • Ingombro molto ridotto. Può adattarsi ovunque.

 

Shelly 2.5: Contro

  • Non è un tipo di dispositivo plug and play. Dovrai essere a portata di mano con l’elettricità per poterla installare.
  • Utilizza il wifi. Se aumenti il ​​numero di dispositivi a casa potresti aver bisogno di un router migliore.

 

Interfacciamento con Shelly 2.5

Fuori dagli schemi, lo shelly 2.5 può essere controllato a distanza attraverso i seguenti canali:

  • App per smartphone – Android, IOS.
  • Client Web utilizzando il browser Internet.
  • Assistenti vocali: Amazon Echo, Google Home
  • REST-API per sviluppatori.

L’app SmartPhone controlla i dispositivi dal cloud Shelly, quindi finché puoi connetterti a Internet sarai in grado di controllare i dispositivi.

Non esattamente fuori dagli schemi, tuttavia, con alcune piccole modifiche, i dispositivi possono essere utilizzati anche con protocollo MQTT e protocollo basato su CoAP (CoIoT) .

Se tutte queste opzioni non ti bastano, Shelly 2.5 viene fornito con un’intestazione di programmazione / debug in modo da poter eseguire il flashing del firmware alternativo ad esso.

 

Specifiche tecniche

Diamo prima uno sguardo alle specifiche tecniche del dispositivo …

Tensione: 110-230 V ± 10% 50/60 Hz CA o 24-60 V CC.

Max. corrente del relè: 10A

Temperatura di lavoro: da – 40 ° C a 40 ° C

Frequenza Wi-Fi: 2400-2500 MHz

Portata: 50 m all’aperto e 30 m all’interno

Se guardi le specifiche tecniche, vedrai un numero importante, che è la corrente massima. I relè possono sopportare una corrente di 10A ciascuno. Ciò significa che se si utilizza una tensione di 230VAC, la potenza massima per canale è 2300W, mentre con 110VAC è 1100W e con 24VDC è 240W. È necessario tenerlo presente per assicurarsi che il dispositivo che si sta collegando non superi la potenza massima specificata in questa sezione.

I relè sullo Shelly 2.5 non sono privi di potenziale come in Shelly 1, quindi emettono la stessa tensione utilizzata per alimentare il dispositivo stesso.

Ad esempio, se si alimenta lo Shelly 2.5 con 230 V CA, anche i relè emetteranno 230 V CA. Gli ingressi degli interruttori SW1 e SW2 funzionano allo stesso modo, in modo che gli ingressi utilizzino la stessa tensione utilizzata per alimentare Shelly 2.5.

Se vedi gli schemi di collegamento all’inizio del post, noterai che ci sono due connettori a L. Questi sono collegati internamente tra loro quindi sono sempre allo stesso “potenziale” (tensione, fase).

Ciò significa, ad esempio, che quando si utilizza la tensione CA non è possibile collegare una fase a un altro connettore a L e la seconda fase a un altro connettore a L, quindi entrambi i connettori a L devono essere dietro la stessa fase e tensione .

Un punto da notare è che, a differenza di molti altri dispositivi multitensione, quando si utilizza Shelly con 24VDC-60VDC il filo più (+) – deve essere collegato al connettore N e il filo meno (-) – al connettore L. Questo diventa più chiaro controllando il diagramma.

Shelly 2.5 ha un sensore di temperatura per prevenire il surriscaldamento. Se la temperatura sale troppo, il dispositivo si spegne automaticamente. Dispone inoltre di protezione overpowered e, anche se non pubblicizzata, rileva anche dispersioni verso terra. Se la differenza di corrente tra L e N è superiore a 10mA, si spegne automaticamente.

Non sono a conoscenza di nessun altro dispositivo che implementa tutte quelle caratteristiche di sicurezza, il che rende Shelly 2.5 una delle opzioni più sicure per rendere i tuoi dispositivi più intelligenti.

 

Installazione di Shelly 2.5

Non ho dispositivi IOS, quindi tutti i dettagli mostrati di seguito sono basati sul sistema operativo Android.

Il primo passo è scaricare l’app Shelly utilizzando Google Play o Apple Store, a seconda del dispositivo che preferisci. Puoi utilizzare i codici QR di seguito per trovare le app.

 

Dopo aver scaricato e installato l’app, dovresti iniziare aggiungendo una stanza alle tue impostazioni. Puoi farlo toccando le tre linee nell’angolo in alto a destra e poi cliccando su “Aggiungi stanza”. L’ho già provato alcune volte, quindi parte della configurazione è già stata eseguita dalla mia parte.

Una stanza è solo un modo per classificare i tuoi dispositivi all’interno dell’app.

 

 

Dopodiché, ti verrà chiesto di dare alla stanza un nome e un’immagine. Per l’immagine della stanza, puoi usare le 2 diverse immagini incorporate o puoi caricare la tua immagine.

Dopo aver finito, tocca “Salva stanza”. Ora sei pronto per iniziare ad aggiungere dispositivi, quindi vai avanti e fai clic su “Aggiungi dispositivi”.

 

L’app Shelly ora ti porterà a una schermata che mostra i tuoi dispositivi rilevati. Poiché non hai ancora cercato alcun nuovo dispositivo, quella pagina non ne mostra nessuno, quindi tocca “Cerca nuovi dispositivi”.

Dopodiché, l’app ti guiderà attraverso il processo di configurazione delle impostazioni Wi-Fi che è l’ultimo passaggio prima di cercare i dispositivi.

 

Quando si utilizza un dispositivo Android, la modalità di inclusione dovrebbe rilevare automaticamente il punto di accesso creato da Shelly 2.5 e aggiungerlo automaticamente.

Nella mia esperienza, c’è stata una volta in cui l’app non ha rilevato automaticamente il nuovo Shelly 2.5, quindi ho iniziato una nuova ricerca di inclusione e, al posto della mia rete wifi domestica, ho scelto l’Access Point creato dal nuovo Shelly 2.5. L’app alla fine ha trovato i dispositivi e li ha inclusi.

Secondo il manuale di Shelly 2.5, questo è anche il modo per aggiungere nuovi dispositivi a Shelly, quando si utilizza il dispositivo IOS.

Se l’inclusione ha avuto successo, dovresti vedere la seguente schermata che ti informa che è stato trovato un nuovo dispositivo.

 

Tocca “Dispositivi rilevati” e dovresti vedere un dispositivo appena aggiunto. Ora puoi toccare “Fai clic per aggiungere” e l’app Shelly 2.5 ti guiderà attraverso il processo di aggiunta del nuovo dispositivo. Quando sei pronto, puoi fare clic su “Salva dispositivo”.

Alla fine del processo, l’interfaccia utente ti chiederà se desideri connettere il dispositivo al cloud. Dipende da te, ma tieni presente che è necessario controllare il dispositivo da remoto utilizzando l’app SmartPhone.

 

Se hai scelto di connetterlo al cloud e tutto va bene, vedrai una pagina che mostra che il dispositivo sta preparando lo stato. Questa operazione potrebbe richiedere del tempo, quindi sii paziente.

Dopo un po ‘, vedrai i testi “0W” e “Local” oltre al pulsante di accensione sul lato destro di entrambi i canali. Questo informa che il tuo nuovo dispositivo è pronto per l’uso.

Molto probabilmente, vedrai anche piccole tessere arancioni con frecce sul lato sinistro dei canali. Questo ti dice che ci sono aggiornamenti disponibili per il dispositivo. Assicurati di scaricare gli ultimi aggiornamenti.

 

Dovresti anche vedere una finestra che indica “Nuovo firmware disponibile”. Tocca “Aggiorna tutto” e lascia che aggiorni il firmware. Dopo qualche tempo, l’app ti informa che l’aggiornamento è andato a buon fine.

Il tuo dispositivo è ora pronto per essere utilizzato. Premi i pulsanti di accensione per eseguire il test e dovresti sentire i relè che fanno clic all’interno di Shelly 2.5.

 

 

Shelly 2.5: Introduzione alle impostazioni

Questa sezione è una carrellata di tutte le impostazioni disponibili su Shelly 2.5 ed è molto dettagliata. Avrebbe più senso leggerlo dopo aver avuto il dispositivo tra le mani.

Esaminerò prima le impostazioni dell’app mobile e poi, alla fine, mostrerò cosa puoi fare con l’interfaccia web ma non con l’app mobile al momento.

Dalla schermata in cui vengono visualizzati entrambi i canali, è possibile aprire le prime impostazioni. Tocca le tre linee nell’angolo in alto a destra e successivamente tocca l’icona di modifica (matita).

Vedrai una tessera gialla che ti permette di modificare il canale e una tessera rossa che puoi usare per eliminare il canale.

 

La schermata “Modifica dispositivo” consente di modificare alcuni dettagli di base sul canale come il nome, la stanza e il tipo di canale stesso (luce o presa).

Non c’è molta differenza dal punto di vista tecnico tra luce o presa, ma importa quando ti riferisci agli oggetti da un assistente vocale come Alexa o Google Home.

 

Successivamente, andremo alle impostazioni che si trovano sotto il canale. Tocca il primo (o il secondo) canale e vedrai la schermata successiva.

 

Da questa schermata, è possibile controllare il relè con il pulsante di accensione e visualizzare il consumo energetico “totale” e il consumo energetico corrente.

Questa schermata offre anche una serie di funzionalità che descriverò in questa sezione.

 

Timer

Il timer può essere configurato per l’attivazione o la disattivazione del relè dopo un determinato periodo di secondi.

Sembra che entrambi i timer non possano essere utilizzati contemporaneamente. Sono riuscito ad abilitare e impostare i tempi per entrambi i timer nell’app, ma in realtà il relè obbedisce solo all’altro. Questo è molto probabilmente fatto apposta in modo da non poter creare un ciclo infinito di cambio di stato del relè.

 

 

Programma settimanale

La programmazione settimanale può impostare l’attivazione o la disattivazione del relè in base a una pianificazione settimanale e giornaliera.

Se tocchi la casella “Ora” puoi anche trovare le opzioni “Alba” e “Tramonto”. Questa è una funzionalità piuttosto interessante per creare automazione in base all’ora del giorno. Terrà a mente la tua posizione geografica effettiva.

 

Recensione di Shelly 2.5: tutto ciò che devi sapere 1Recensione di Shelly 2.5: tutto ciò che devi sapere 2

 

Internet / sicurezza

Passiamo alla sezione successiva, Internet / Sicurezza. Qui puoi configurare alcune funzionalità di rete e di sicurezza di base

 

Modalità Wi-Fi – client

Qui puoi impostare quale wifi Shelly 2.5 deve essere connesso e impostare un IP statico.

L’impostazione di un IP statico è sempre una buona idea quando si parla di dispositivi fissi in una determinata posizione. Ad esempio, se vuoi connetterti alla tua shelly tramite l’interfaccia web devi conoscere l’IP del dispositivo.

Inoltre, se desideri, ad esempio, controllare altri Shelly tramite l’ URL: s che si trova in “Azioni” (ci arriveremo più tardi), devi conoscere l’IP di questo dispositivo.

Quando si imposta l’IP statico, è necessario considerare sempre l’impostazione dell’IP statico al di fuori dell’area DHCP del router. Ad esempio, puoi impostare l’area DHCP del tuo router su 192.168.0.2 – 192.168.0.49 e ottenere gli IP statici dall’area 192.168.0.50 – 192.168.0.99. In questo modo, il tuo router non potrà mai dare lo stesso indirizzo IP a nessun altro dispositivo, poiché i tuoi dispositivi IP statici sono al di fuori del suo intervallo DHCP.

Per impostare l’IP statico è necessario:

  1. L’indirizzo IP stesso. Puoi usare quello che preferisci, ma deve trovarsi nello stesso spazio degli indirizzi di altri dispositivi. Ad esempio, gli indirizzi IP che iniziano con 192.168.0.
  2. Impostare la maschera di rete sulla stessa utilizzata dagli altri dispositivi nella rete domestica.
  3. Indirizzo IP del gateway. (L’indirizzo IP del router)
  4. DNS. Questo è opzionale.

Dopo aver impostato tutti questi dettagli, è possibile premere “Connetti”. Se tutto va bene, il tuo dispositivo può essere trovato dall’IP impostato al passaggio 1.

Se le cose non vanno bene e non riesci più a connetterti al tuo dispositivo Shelly, ecco cosa puoi fare per farlo tornare a funzionare:

  1. Rimuovi il dispositivo dall’app Shelly e impostalo in modalità AP. È possibile impostare il dispositivo in modalità AP premendo il pulsante di ripristino per 10 secondi. Un altro modo per farlo è premere il pulsante / interruttore collegato a SW1 o SW2 per 5 volte in 1 minuto, subito dopo l’accensione del dispositivo.
  2. Esegui di nuovo l’inclusione.

 

Backup del client Wifi

Ciò consente di configurare un wifi di backup nel caso in cui quello principale si interrompa o scompaia per qualche motivo.

Se utilizzi l’IP statico, ti consiglio di impostare le impostazioni dell’IP statico wifi di backup come le impostazioni IP statiche wifi principali. In questo modo, il tuo dispositivo può ancora funzionare allo stesso modo di prima.

Questa è una funzionalità piuttosto accurata che può rendere più stabile la configurazione della domotica.

 

Modalità Wi-Fi – punto di accesso

 

Questa sezione configura Shelly come punto di accesso in modo che tu possa connetterti ad esso.

 

Limita l’accesso

Al fine di proteggere l’accesso tramite l’interfaccia web, è sempre una buona idea impostare un utente e una password e questa sezione ti permette di farlo.

 

Nube

Qui puoi connettere / disconnettere la shelly al / dal cloud. Se il dispositivo non è connesso al cloud, non può essere controllato al di fuori della propria rete, a meno che non si configura il port forwarding nel router.

Inoltre, se utilizzi MQTT per controllare il tuo shelly 2.5, non puoi collegarlo al cloud.

 

Sicurezza

Uno dei punti salienti di Shelly 2.5 è la serie di funzioni di sicurezza con cui viene fornito. Una di queste caratteristiche è la protezione da sovraccarico

Questa impostazione consente di impostare la protezione della potenza massima desiderata. Significa che se la potenza impostata viene superata, Shelly 2.5 spegne automaticamente il relè.

Ottimo per la protezione da sovraccarico di dispositivi elettrici o per proteggere il relè stesso.

 

Come ho già accennato all’inizio di questo articolo, il relè Shelly può funzionare con una corrente fino a 10 A. Se decidi di utilizzare la protezione della potenza massima per proteggere il relè, ricorda che dipende dalla tensione che stai utilizzando per alimentare il dispositivo.

Ad esempio, quando si utilizza 230 V CA, la protezione della potenza massima dovrebbe essere max 2300 W, ma quando si utilizza 24 V CC dovrebbe essere 240 W.

Anche se il relè Shelly può sopportare una corrente di 10A, è generalmente meglio caricare il circuito in modo che la corrente massima non venga mai raggiunta. Di solito, le cose elettriche funzionano meglio quando non vengono caricate al 100% delle loro capacità tutto il tempo. Di solito preferisco attenermi all’80% delle capacità del dispositivo, quindi in Shelly 2.5 questo significherebbe una corrente costante di 8A.

Nella vita reale, ad esempio, quando si utilizza Shelly 2.5 dietro un interruttore a parete, il carico è molto inferiore anche a 8 A, poiché l’illuminazione è solitamente raggruppata in circuiti più piccoli.

Anche i circuiti elettrici devono essere protetti almeno con interruttori automatici. Quando si utilizzano tensioni da 110 V CA a 230 V CA, è necessario utilizzare un interruttore differenziale per corrente in aggiunta all’interruttore automatico di base. Le tensioni da 110 V CA a 230 V CA possono essere pericolose per la vita e, anche se si utilizzano tensioni inferiori, possono provocare incendi in caso di cortocircuito.

Se non sei qualificato per lavorare con 110-230 V CA, assumi un elettricista per eseguire le installazioni. In questo modo l’installazione diventa legale e viene eseguita fin dall’inizio.

 

Azioni

Oltre ad attivare i relè meccanici all’interno del dispositivo, Shelly 2.5 può anche avviare altri dispositivi che possono essere controllati utilizzando un URL. L’azione può essere attivata in base a diversi eventi.

 

impostazioni

Lo Shelly 2.5 ha un sacco di opzioni che possono rendere le impostazioni un po ‘complesse, ma è il prezzo da pagare se si desidera un dispositivo che faccia tutto.

 

 

Modalità predefinita all’accensione

La modalità predefinita determina ciò che accade quando Shelly viene riacceso, ad esempio dopo un’interruzione di corrente.

Può agire in quattro modi diversi: il relè si attiva, il relè si spegne, ripristina l’ultimo stato e commuta.

Le prime tre opzioni sono piuttosto autoesplicative, ma in modalità Switch, il relè funziona in base all’interruttore locale (SW1 o SW2) ad esso collegato.

 

Tipo di pulsante

L’interruttore / pulsante locale (SW1 e SW2) può essere impostato per funzionare in 5 diverse modalità: Momentaneo, Toggle, Edge, Staccato e interruttore di attivazione.

I seguenti diagrammi spiegheranno le diverse modalità in modo grafico. Le frecce a due punte mostrano il momento in cui il pulsante viene premuto e lo stato del relè cambia. 1 significa stato ON e 0 significa stato OFF.

Momentaneo: può essere utilizzato insieme, ad esempio, al pulsante di ritorno a molla (impulso). Lo stato del relè cambia sempre, alla pressione del pulsante (Fronte di salita):

 

Commutatore: deve essere utilizzato quando si dispone di un interruttore a scatto, ovvero un interruttore della luce di base con due posizioni diverse. Quando è impostato in questo modo, l’interruttore attiva sempre il relè in una certa posizione e lo spegne nell’altra posizione.

 

Edge: usa questo quando hai un interruttore a vibrazione e vuoi sempre cambiare lo stato del relè quando l’interruttore viene ruotato:

 

Staccato: separa l’interruttore manuale dal relè in modo che quando l’interruttore / pulsante viene premuto non cambia affatto lo stato del relè. Tuttavia, quando si preme l’interruttore, viene comunque registrata l’interazione sull’argomento MQTT dello switch.

Utilizzando questa configurazione, SW1 e SW2 possono essere utilizzati come “Ingressi digitali” per ad esempio trasmettere il tipo di stato dei sensori ON / OFF al sistema di automazione domestica.

Quindi, in pratica, quando Shelly 2.5 è impostato in questo modo, il dispositivo ha due ingressi e due uscite, che possono essere utilizzati secondo necessità:

 

 

Interruttore di attivazione: se lo stato di SW1 cambia, il relè si attiva sempre. Indipendentemente da ciò che accade all’ingresso SW1, il relè rimane ON finché non viene disattivato con mezzi diversi, forse un timer o un sensore di movimento.

 

 

Modalità

Shelly 2.5 può funzionare in due modalità:

  • Relè: utilizzando questa modalità, il dispositivo è progettato per accendere o spegnere diversi dispositivi.
  • Tapparella: può essere utilizzata per comandare diversi tipi di tapparelle (porte, finestre,…). Supporta i comandi SU, GIÙ e STOP.

 

Aggiornamento del firmware

Molto autoesplicativo, qui puoi aggiornare il firmware del dispositivo.

 

Fuso orario e GEO-location

Questa sezione consente di alternare tra rilevamento automatico del fuso orario o manuale.

 

Ripristino delle impostazioni di fabbrica

Questa opzione riporta il tuo Shelly 2.5 alla configurazione originale quando hai aperto la scatola. Tieni presente che perderai tutte le configurazioni, inclusi il wifi ei dettagli del cloud.

 

Informazioni sul dispositivo

Qui puoi trovare tutte le informazioni sul dispositivo, questo diventa molto rilevante se usi l’integrazione MQTT poiché l’id del dispositivo fa parte dell’argomento.

 

Gruppi e scene

Questa funzione consente di raggruppare le funzionalità che possono essere attivate insieme.

 

Gruppi

Usando i  gruppi puoi raggruppare diversi dispositivi insieme e controllarli tutti allo stesso tempo. Potresti, ad esempio, raggruppare tutte le luci di casa in un gruppo e poi accenderle o spegnerle tutte con un solo pulsante. Sembra che attualmente sia possibile raggruppare solo dispositivi con funzionalità simili.

 

Scene

Le scene sono una sorta di automazione impostata sotto forma di trigger + azione.

La condizione “Quando” può essere basata sul tempo (timer, attivazione giornaliera, attivazione una tantum) o basata sul dispositivo. Dato che stiamo usando Shelly 2.5, i trigger basati sul dispositivo sono “quando il relè è spento”, “quando il relè è acceso”, “Quando la potenza è inferiore a” e “Quando la potenza è superiore a”.

Per queste condizioni di livello di potenza, è anche possibile impostare se la scena viene eseguita solo una volta o più volte.

 

È inoltre possibile aggiungere diverse condizioni “Quando”.

Dopo che la condizione “Quando” è impostata, si imposta l’azione “DO” (o più di esse). Quando si utilizza Shelly 2.5, per le azioni “DO” è possibile impostare i suoi relè in modo che si accendano o si spengano, oppure faccia in modo che l’app invii un messaggio di notifica personalizzato tramite l’app o tramite e-mail.

Dopo aver impostato le condizioni Quando e  Esegui azioni è possibile impostare “Tempo attivo”. Ciò significa il periodo di tempo in cui la scena è abilitata per l’esecuzione. Puoi scegliere in quali giorni della settimana, ora di inizio e fine l’azione rimarrà attiva.

Quando sei soddisfatto dei risultati, premi salva e provali.

 

Interfaccia web vs app mobile

Ci sono alcune differenze tra l’app mobile e l’interfaccia web per i dispositivi shelly.

L’app Shelly include tutti i tuoi dispositivi Shelly e le loro impostazioni, tuttavia, tramite l’interfaccia web, puoi controllare solo il dispositivo a cui ti connetti. Ciò significa che l’interfaccia web ha ovviamente solo le impostazioni necessarie per controllare il dispositivo connesso.

L’interfaccia web è accessibile controllando l’IP del dispositivo da “Informazioni sul dispositivo” e scrivendolo nella barra degli indirizzi del browser: http: // <shellysip>.

 

L’interfaccia web segue l’estetica dell’app mobile ma ha alcune opzioni aggiuntive.

Server SNTP:

Imposta un server SNTP per mantenere l’ora sincronizzata. Quello predefinito è “time.google.com”

Avanzate: impostazioni sviluppatore

– Qui è possibile abilitare l’esecuzione dell’azione tramite il protocollo CoAP (CoIOT) e il protocollo MQTT.

 

Non ho esperienza con il protocollo CoAP, ma puoi trovare la sua documentazione da questo link.

MQTT:

Quando abiliti il ​​protocollo MQTT dovresti vedere questa schermata.

 

Qui puoi impostare il nome utente, la password, l’IP e la porta del tuo broker MQTT (campo Server), tempo di riconnessione minimo e massimo, tempo di mantenimento, sessione pulita, conservazione, QoS massimo, ultimo argomento e ultima volontà Messaggio.

L’ho testato con Openhab e Mosquitto-broker per cui ho dovuto solo cambiare l’IP del broker MQTT. Non utilizzo username e password poiché il mio server è accessibile solo localmente.

Tieni presente che se vuoi usare MQTT con shelly 2.5, attualmente deve essere disconnesso dal cloud. Quindi non puoi più controllarlo da remoto e non puoi visualizzare la cronologia dei consumi. Se stai utilizzando una piattaforma di automazione domestica come openHAB, questo non è necessariamente un problema poiché tutte queste funzionalità possono essere implementate lì.

Sembra anche che quando ti connetti localmente al tuo wifi, Shelly 2.5 abilitato per MQTT non può essere sempre controllato dall’app mobile, o almeno ci vuole molto tempo prima che il dispositivo diventi accessibile. Spero che sia solo un problema basato sul software che può essere risolto con gli aggiornamenti del firmware.

È possibile trovare documentazione aggiuntiva sulla configurazione MQTT su questo collegamento.

 

Shelly 2.5: Conclusione

Allora … quali sono i pensieri finali sul dispositivo Shelly 2.5 …

  • Shelly 2.5 è un dispositivo estremamente versatile. Puoi usarlo da solo, ma si integra bene anche con altri dispositivi grazie a integrazioni di terze parti come REST-api, MQTT, CoAP, Alexa e Google Assistant.
  • Il prezzo è molto competitivo soprattutto considerando che può sostituire gli Smart Switch che tendono ad essere più costosi. Non c’è bisogno di spendere una fortuna se decidi di valorizzare ogni luce di casa con un modulo Shelly 2.5.
  • Come ho detto prima, questi dispositivi funzionano su wifi, quindi a un certo punto può superare la capacità del tuo router. Se vuoi risolvere questo problema, puoi sempre utilizzare un router aggiuntivo per estendere la rete o aggiornare quella attuale. Ciò migliorerà anche la tua copertura wifi, il che è sempre una buona cosa.
  • Una delle cose più importanti è che questi dispositivi ottengano costantemente aggiornamenti del firmware e ottengano sempre nuove funzionalità. Sembra davvero che stiano cercando di rendere tutti i dispositivi Shelly il più versatili possibile.
  • Le caratteristiche di sicurezza sono eccezionali e piuttosto uniche.
  • È ottimo per gli armeggiatori.

A mio parere, lo Shelly 2.5 potrebbe essere il relè wifi dual-channel più versatile che ci sia attualmente nel mercato delle case intelligenti e sicuramente vale l’investimento.

ATTENZIONE AL FINE DI MANTENERE I PREZZI COSI BASSI LA MERCE VIENE SPEDITA DIRETTAMENTE DALL’ESTERO QUESTO CI PERMETTE DI RISPARMIARE SUI COSTI DI SPEDIZIONE EVITANDO UN PASSAGGIO E QUINDI FAR RISPARMIARE IL CLIENTE I TEMPI DI CONSEGNA SONO DI CIRCA 20- 30 GIORNI

Attenzione

Ricorda di provare il prodotto Recensione di Shelly 2.5: tutto ciò che devi sapere prima di installarlo. In caso contrario, sarà difficile giudicare la responsabilità se il prodotto dovesse risultare danneggiato.
Quindi una volta installato il prodotto Recensione di Shelly 2.5: tutto ciò che devi sapere, qualsiasi danno non sarà da considerarsi di nostra responsabilità.
In caso di problemi, ti preghiamo di inviarmi un video, che mostra il lato anteriore e posteriore del prodotto e il processo di test.

 

PER LE BATTERIE DA TENERE A MENTE

Le nuove batterie agli ioni di litio devono essere COMPLETAMENTE CARICATE e SCARICATE COMPLETAMENTE da 2 a 3 volte, prima di essere COMPLETAMENTE CONDIZIONATE. Ricorda che le prestazioni e la longevità di una nuova batteria agli ioni di litio si ottengono solo dopo 2-3 cicli completi di carica e scarica. Dopo aver eseguito da 2 a 3 cicli, non dovrai mai più condizionare la batteria!

Tutti i tempi di conversazione e stand-by sono approssimativi, a seconda delle impostazioni di rete del gestore telefonico, dell’intensità del segnale e delle funzioni selezionate. I tempi di conversazione e standby saranno inferiori in modalità analogica, come indicato sopra.

Reso

L’utente ha il diritto di restituire la merce o tutti i prodotti acquistati direttamente dal nostro sito web entro 15 giorni dalla ricezione della merce.

La merce deve essere inutilizzata – nel suo imballaggio originale con etichette e adesivi protettivi intatti – e nelle stesse condizioni in cui era al momento della ricezione.

I prodotti acquistati direttamente dal nostro sito web vanno restituiti al nostro magazzino per ricevere un reso e un rimborso completo;

Si prega di tenere presente che le spese di spedizione per la restituzione della merce potrebbero essere a carico dell’utente. il nostro sito non si assume alcuna responsabilità per eventuali articoli smarriti durante la consegna del reso.

Segua i passaggi sottostanti per restituire il Suo ordine: “Inviare una richiesta” tramite il link seguente

Selezionare Reso come oggetto e fornire una motivazione per la restituzione – inviare e-mail

Riceverà subito una risposta con le istruzioni per effettuare il reso

Segua per istruzioni per creare la Sua etichetta del reso

Ci spedisca l’ordine tramite Corriere Ti ringraziamo per la pazienza e la comprensione.

Recensione di Shelly 2.5: tutto ciò che devi sapere

Questo prodotto viene venduta con la formula del dropshipping pertanto dopo l’acquisto il nostro sito trasferirà l’ordine direttamente al fornitore che spedirà direttamente a casa tua il prodotto acquistato.

Il nostro sito in ogni caso si rende garante del cliente con il suo servizio di assistenza e reso garantito sul prodotto per 15 giorni ricordiamo che in caso di reso spetta al cliente spedire la merce presso i nostri magazzini alla ricezione provvederemo al rimborso di quanto speso escluso delle spese di spedizione

Puoi acquistare Recensione di Shelly 2.5: tutto ciò che devi sapere  dal nostro sito o contattarci tramite la nostra pagina Facebook ed effettuare l’acquisto insieme ad un nostro operatore

Questo Prodotto viene spedito dai magazzini del nostro fornitore, i tempi di consegna variano da 25 a 36 giorni.In caso di ritardi non esitare a contattarci , eventuali ritardi del corriere non sono direttamente imputabili alla nostra azienda , e per questi non è previsto un rimborso , qualora l’ordine abbia un ritardo superiore ai 60 giorni emetteremo il rimborso della somma spesa QUI il pacco sarà tracciato dai nostri operatori

PAGAMENTI SICURI

Tutti gli acquisti sul nostro sito non sono soggetti ad alcun rischio. Le transazioni di denaro avvengono sui server sicuri e certificati di PayPal. Grazie alla piattaforma PayPal possiamo accettare pagamenti da tutte le carte credito dei circuiti VISA, VISA ELECTRON, MAESTRO, POSTEPAY, AMERICAN EXPRESS, AURA e DISCOVER

GARANZIA DI QUALITÀ

Scegli la sicurezza, il risparmio e la professionalità, scegli noi, offriamo un servizio di assistenza di primo livello che non ti lascerà mai solo durante tutta la fase pre e post acquisto, offriamo prodotti di prima qualità, risparmia in modo intelligente e sicuro, non ti affidare a venditori improvvisati

ATTENZIONE:  in caso di non disponibilità del prodotto in magazzino, ci riserviamo il diritto  di effettuare il rimborso completo e immediato.


TERMINI

IL NOSTRO SITO fornisce solamente il prodotto con codici e specifiche ben indicati, affidatevi ad un ESPERTO per il montaggio e la scelta dello stesso , non ci assumiamo nessuna responsabilità per errori di scelta o programmazione dei dispositivi

*Il prezzo si intende per singolo prodotto

*i giorni si intendono sempre lavorativi 

*Secondo i termini di legge la fattura deve essere richiesta all’indirizzo

Tutte le guide riportate su questo sito web sono a mero scopo illustrativo,

consigliamo sempre di rivolgersi ad un centro riparazione specializzato ,non ci assumiamo nessuna responsabilità per danni o errori dell’utente nel applicazione di una guida riportata su questo sito o per qualsiasi altra evenienza

Il commercio elettronico indiretto è assimilato, anche ai fini della disciplina IVA, alle vendite per corrispondenza, non è obbligatoria l’emissione della fattura, a meno che non sia richiesta dal cliente non oltre il momento di effettuazione dell’operazione, come disposto dall’art. 22, comma 1, n. 1) del D.P.R. n. 633/1972 che recita: L’emissione della fattura non è obbligatoria, se non è richiesta dal cliente non oltre il momento di effettuazione dell’operazione: 1) per le cessioni di beni effettuate (…) per corrispondenza (….).

Prodotto non originale ma perfettamente intercambiabile con esso
Tutti i diritti sono riservati. Tutti i nomi e loghi commerciali sono marchi registrati dai rispettivi produttori indicati
I marchi citati in questo sito sono di proprietà esclusiva delle case e vengono qui usati esclusivamente per facilitare la ricerca dei veicoli ai nostri clienti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi